STATO DI AGITAZIONE OPERAI IMPRESE DI PULIZIE UNIVERSITA' DI SALERNO Stampa
Scritto da SEGRETERIA PROVINCIALE CUB SALERNO   
Giovedì 24 Novembre 2016 17:26

Fisciano 24/11/2016

Spett.le Prefettura di Salerno

Pec: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Fondazione Universitaria

Università di Salerno

Via Giovanni Paolo II  Fisciano (SA)

Pec Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Magnifico Rettore

Prof. Tommasetti Aurelio

Direttore Amministrativo

Pec. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Gioma Facility Management srl

Pec Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Oggetto:Proclamazione stato di agitazione. Attivazione legge 146/90 art. 2 comma 2 e successive modificazioni- Tentativo obbligatorio di conciliazione-Lavoratori imprese di pulizie Università di Salerno.

Il sindacato Flaica-Cub Salerno,sentite le lamentele di tutti i lavoratori addetti ai servizi di pulizie presso l’Università di Salerno e il gran numero di persone che quotidianamente frequentano l’Ateneo che mal si concilia con il disagio in cui operano i lavoratori addetti (orario contrattuale previsto assolutamente insufficiente all’espletamento delle mansioni assegnate tant’è che le maestranze sono costrette a carichi di lavoro a dir poco estenuanti, non avendo l’azienda Gioma Facility Management srl, provveduto ancora a trasmettere a distanza di 5 mesi dal proprio insediamento lavorativo, un ordine di servizio su mansioni e carichi di lavoro da espletare in merito al taglio orario adoperato su tutti i lavoratori senza nessun rispetto di regole, usando i  lavoratori a proprio piacimento modificandogli continuamente la sfera lavorativa), non rispettando le minime leggi previste per contratto, adoperandosi in piena autonomia ad aumentare ore lavorative a supplementari a proprio piacimento, sia in termini provvisori che continuativi per persone di comodo aziendale; ritenuto che tutti i lavoratori non riescono a sopravvivere in considerazione della doppia beffa subita, sia sul taglio delle ore che sull’applicazione di un CCNL sconosciuto e tutto a favore aziendale, preoccupati del malessere e del clima che è stato costruito da parte aziendale, con assenza totale da parte dei responsabili Universitari per un servizio scadente offerto dalla ditta in indirizzo, senza nessuna garanzia di igiene per il personale tutto che quotidianamente frequenta l’Ateneo di Salerno e della stessa Fondazione Universitaria, che non vigila sui servizi offerti. Nella speranza che gli organi competenti facciano il loro percorso per tutte le denunce ispettive presentate dalla scrivente OO.SS. non possiamo che rimandare alla Fondazione Universitaria e al Rettore, tale atteggiamento aziendale, affinché si faccia carico di risolvere una situazione creata da colpe che certamente non possono ricadere sempre sui lavoratori e sui servizi scadenti offerti.

A fronte di tale situazione, la scrivente O.S. proclama

lo stato di agitazione di tutto il personale e chiede alla Spett.le Prefettura di esperire il tentativo obbligatorio di conciliazione, così come previsto per legge, convocando con cortese urgenza gli interessati in indirizzo.

Si ringrazia e si inviano cordiali saluti

Segretario Provinciale -Cub Salerno

Giuseppe Salvati