SI-TIN- UNIVERSITÀ DI SALERNO PDF Stampa E-mail
Scritto da SEGRETERIA PROVINCIALE CUB SALERNO   
Mercoledì 13 Dicembre 2017 14:09

SI-TIN- UNIVERSITÀ DI SALERNO

Flaica-Cub

 

 

 

 

Ancora regna presso l’Università di Salerno, il “mal funzionamento” del servizio di pulizie, la cui aggiudicataria è la Società Gioma Facility Management srl.

Dopo le continue e dure battaglie portate avanti a partire dal Giugno del 2016, da parte della scrivente OO.SS. ancora oggi siamo a rappresentare e a portare a conoscenza dell’opinione pubblica, i danni e disagi  del servizio causati dal bando e dall’aggiudicazione di gara della Fondazione Universitaria, , senza regole fisse, senza il dovuto rispetto di chi per decenni ha prestato la propria attività al servizio dell’Università, preoccupandosi soltanto di realizzare un’ offerta al massimo ribasso.

Si è sempre parlato di bando Europeo, di regole ben precise, di CLAUSOLA SOCIALE, solo FUMO  sarebbe bastato davvero poco ,  una dose di  “buona volontà “  e    inserire  all’art. 13 del bando che l’azienda aggiudicataria era tenuta ad applicare il CCnl  delle imprese di pulizie “multiservice”, come è stato fatto da parte di tutti gli enti non ultimo ASL Salerno2; che non è il massimo dei contratti, però evitava lo “strozzinaggio”da parte delle aziende  presenti in gara  con una offerta al massimo ribasso .

E, invece , applicazione di CCNL PIRATA , LICENZIAMENTO E ASSUNZIONE EX NOVO CON PERDITA DELL’ART. 18 STATUTO DEI LAVORATORI  , RIDUZIONE ORARIA , SALARI DA FAME E PERDITA’ DEL BONUS RENZI .

QUESTO E’ IL PIATTO FREDDO SERVITO AI LAVORATORI .

Bisogna cambiare le regole, bisogna avere rispetto delle persone e tagliare le aziende marce e non i  lavoratori.

Si è verificata all’interno dell’Ateneo Salernitano la più grande vergogna di tutti i tempi.

Famiglie distrutte perché non possono sopravvivere, persone che si licenziano, persone che stanno soffrendo le più ingiuste cattiverie, con TRASFERIMENTI FORZOSI  dai loro posti occupati da decenni,  delle  persone che RESISTONO E SI OPPONGONO A QUESTO STATO DI COSE e DI DEGRADO MORALE E SOCIALE ,  DISCRIMINATE   PER IL LORO ATTIVISMO SINDACALE  sotto   il  cappello  di una “presunta  “riorganizzazione del personale

Quale riorganizzazione? “La legge dei più forti”, che si fa le leggi da sola . TURBOCAPITALISTI  che parlano solo di PRODUZIONE, EFFICIENZA,EFFICENTISMO SULLA PELLE E I BISOGNI DELLE PERSONE.

La FLAICA-CUB sarà sempre presente a colpire chi lucra sulle spalle dei lavoratori, sempre lotteremo e ci batteremo ancora fino alla conclusione dell’appalto ed oltre, PER I  LAVORATORI E I LORO BISOGNI CONTRO I DISSERVIZI, GLI ASSURDI CARICHI DI LAVORO, IL TAGLIO INDISCRIMINATO DELLE ORE DI LAVORO PER COLORO CHE RAPPRESENTANO  QUESTO SINDACATO .

Oggi, regna l’IMPROVVISAZIONE, solo “false” promesse e NESSUN MACCHINARIO  all’avanguardia è mai arrivato ; assistendo  nei corridoi il lavoro di  operai intenti ad asciugare l’acqua piovana con le mani e con stracci che si pensavano appesi al muro o  anche operai che vengono comandati a svuotare con i soli  secchi pozzetti di fognature.

Molto probabilmente , ahinoi , ancora attuale è  : “   il CRISTO che  si è fermato ad Eboli “

Bravi siete tutti bravi, ottimi giuristi ad applicare normative e leggi, senza alcuna lettura o interpretazione della REALTA’ AZIENDALE.

Ci auguriamo che chi amministra la nostra cittadella Universitaria, possa prendersi a cuore la situazione, ci auguriamo che la Fondazione possa rivedersi e trovare il MODO di SISTEMARE la FACCENDA NEL SUO INTERESSE E PER LA SUA IMMAGINE resa disastrosa dagli aggiudicatari della gara , che produce evidenti ripercussioni su un servizio che una volta era  un fiore all’occhiello della comunità.

STOP  alle azienda che fanno DANNI ai lavoratori ed alla comunità universitaria .

INVERTIRE la ROTTA è la parola d’ordine, troviamo, TROVATE aziende adatte alla nostra COMUNITA’ SCIENTIFICA E SOCIALE che guardano alle persone , ai lavoratori  e   non soltanto al LUCRO.

Tali  aziende vanno rispedite al mittente, vanno sbarrate in partenza, non possono e non devono esistere, come anche la Fondazione Universitaria, se continua a produrre danni, va eliminata e i servizi devono rientrare tutti sotto il diretto controllo Universitario.

Un forte appello va ai tanti lavoratori, non dovete avere paura, non dovete più subire le tante ingiustizie, unitevi e difendetevi dall’ assalto dei predatori. SVEGLIATEVI ed unitevi alla nostra organizzazione sindacale, noi ci saremo!!!!

SEGRETERIA PROVINCIALE  CUB SALERNO

 

 

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. http://www.cubsalerno.org/ tel fax 089/826434  S.S. 88 n. 111

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna